STAGE DIVING
Concerti,  Tour

Le Richieste più Strane degli Artisti: Storie di Dr Pepper e Rider Tecnici

Finalmente entriamo nel vivo del backstage.. siete curiosi di scoprire cosa succede nei camerini o cosa chiedono gli Artisti prima di un concerto?! Voglio raccontarvi alcune delle richieste più strane che sono state fatte nell’ultimo decennio dagli artisti in tour.

L’Artista, come ogni essere umano, può essere “alla mano” oppure può avere un atteggiamento “da Star”. Alcuni sono più ansiosi e cercano l’isolamento, altri sono più tranquilli e addirittura parlano e interagiscono con lo staff che li ospita. Alcuni arrivano “già mangiati” poco prima del concerto, altri arrivano nel pomeriggio con l’autista e si chiudono nei camerini finché non è il momento di esibirsi. In pratica, anche se lavori nell’organizzazione dei concerti, non è quindi così comune riuscire a vedere un Artista, tantomeno parlarci!

Chissà se i loro caratteri e le loro personalità vengono fuori anche nelle loro richieste..

Storie di Dr Pepper.

Prima di tutto, una premessa: la Dr Pepper è ritenuta la marca di bevanda gassata più antica degli Stati Uniti d’America, commercializzata per la prima volta nel 1885. E’ presente nella maggior parte del mondo. In Italia fece una breve apparizione nel 1989, poi fu ritirata dal mercato nazionale. Per sempre. Questo è il punto fondamentale: in Italia è introvabile!

Guarda caso, la maggior parte dei Rider Tecnici (vedi Nota Tecnica in fondo all’Articolo) che mi sono capitati tra le mani la richiedevano! Spesso, quando Artisti americani inviano le loro richieste tecniche e di catering agli organizzatori, non fanno le “traduzioni” tra il cibo che si trova in America e quello che si trova in Italia. Chiedono e basta! La Dr Pepper è solo un piccolo esempio divertente di innumerevoli cose che ti vengono richieste dagli Artisti ma che non sai come reperire. Le primissime volte che leggevo i Rider Tecnici  e guardavo le richieste catering, impazzivo nel cercare dove poter trovare certe bevande, certi vini, certi liquori.. poi mi è stato spiegato che i prodotti non commercializzati in Italia possono essere evitati, o quantomeno sostituiti (abbastanza logico ma non sempre scontato!).

Detto questo, mi ricordo di aver accennato a qualche richiesta più piccante in un articolo precedente dedicato ai Blink 182 (clicca qui). Senza fare nomi, posso iniziare a raccontarvi di una cantante femminile italiana che ha richiesto il camerino completamente bianco, un’altra invece stava impazzendo perché voleva assolutamente un vestito che era da lavare. Un altro, ricordo che voleva in camerino una collezione di bobble head, quei pupazzetti che hanno la testa che si muove. Di leggende e di richieste strane ce ne sono davvero tante, alcune probabilmente falsissime ma anche questo fa parte del gioco!

Vogliamo scendere più nei dettagli? Proviamo a fare qualche nome!
madonna live

Iniziamo con Madonna che funziona sempre! All’interno del suo camerino richiedeva accesso completo a 20 linee telefoniche internazionali per chiamare i suoi amici seduta in una replica del suo salotto: “Desidera che tutti i mobili vengano rimossi dalle stanze e rimpiazzati con quelli che ha spedito”. Tutti i mobili e l’arredamento la seguono durante i tour e i poveri roadies devono allestire ogni camerino come se fosse casa sua.[1] Non si fa mancare inoltre un personal chef e un agopunturista.

marilyn manson live

Da Madonna passiamo al suo opposto “satanico”: Marilyn Manson. Fra i vari orsetti gommosi Haribo, cioccolatini assortiti, cereali, formaggi pregiati, latte scremato, champagne, assenzio e aria condizionata, il nostro amico delle tenebre vuole anche una prostituta pelata e senza denti. Un capriccio delirante, praticamente inesaudibile, che il suo management ha commentato spiegando che si tratta di un sogno segreto di Manson. Per cui, nel dubbio lo mettono nel rider tra le richieste strane e particolari. [2]

ozzy osbourne rider

Rimaniamo in tema: Ozzy Osbourne. Chiede un otorinolaringoiatra reperibile 24 ore al giorno che possa somministragli antinfiammatori e B12. A disposizione della band ci devono essere anche tre bombole di ossigeno e una di azoto liquido. Potete leggere voi stessi cliccando sulla foto..

Iggy Pop, invece, esige “sette nani vestiti come quelli di quel meraviglioso film di Walt Disney dove c’è quella donna che dorme per 100 anni dopo aver morso un nano avvelenato, o forse si era punta un dito con una mela appuntita. Qualcosa del genere.”

L’ex magro dei Guns’n’Roses Axl Rose ha un rider che include un melone quadrato e un divano italiano di pelle su cui mangiarlo.

motley crue live

Mötley Crüe sono quasi i più fantasiosi! Chiedono i programmi locali degli Alcolisti Anonimi, una fiocina, un Boa Costrictor di tre metri e mezzo, un barattolo di Senape di Digione marca Grey Poupon. Voci di corridoio dicono che, nel 1988, il frontman Vince Neil abbia trovato un barattolo di senape della marca sbagliata, sia impazzito e l’abbia lanciato contro il muro. Sembra che il barattolo gli sia poi rimbalzato addosso e gli abbia spaccato un’arteria … sarà vero?!

Per tornare alla scena pop, ripartiamo con la temutissima Mariah Carey. Per una notte all’Hotel Baglioni di Londra la cantante avrebbe chiesto candelabri d’argento, rubinetti d’oro e un tappeto rosso ad attenderla. Altre volte ha preteso una palestra attrezzata, schermi alle pareti che proiettassero i suoi video, 20 gattini bianchi e 100 colombe, due dozzine di rose bianche e candele alla vaniglia per l’aromaterapia. Parliamone!

katy perry live

Katy Perry ha ormai una certa fama per i suoi capricci. Carta da parati color crema o rosa chiaro; fiori freschi ogni giorno (rigorosamente ortensie bianche e viola, rose bianche e rosa e peonie –  guai a portarle dei garofani); sedia da regista con il suo nome sul retro e lampade francesi. Piccolo dettaglio extra: il suo autista non è autorizzato a parlarle né a guardarla.

lady gaga live

Nel 2011 Eminem, prima della sua apparizione al Tennent’s Vital festival in Irlanda del Nord, ha chiesto che nel backstage fosse edificato uno stagno in cui nuotassero carpe koi.[3] Ma perché?!

Cosa possiamo aspettarci da Lady Gaga? Divani in pelle bianca, rose fresche, tende di raso nero, vecchi manifesti rock di David Bowie, Queen, Elton John e Billie Holiday. Poi: burro di arachidi con semi di lino che contengono non più di 4 grammi di zucchero e l’immancabile manichino con peli pubici color rosa. Forse può vincere il premio delle richieste più strane!

adele live

Adele ha optato per una scelta etica e contro ogni approfittatore. Nei camerini –prima della sua operazione alle corde vocali– voleva soltanto pacchi di sigarette (rigorosamente Marlboro Lights), birra lager di origine europea e panini senza pomodori. Ma, per tutti quelli che avevano accesso al concerto tramite ingressi omaggio, compresi sponsor, membri dello staff e fan con biglietti omaggio, era obbligatorio versare una somma minima di 20 dollari in beneficenza.[4]

van halen live

Chiudo in bellezza: i Van Halen non volevano trovare M&M’s marroni nelle scodelle del catering. Stratagemma per valutare l’efficienza dello staff: se non ci fossero state quelle marroni, voleva dire che ognuno aveva svolto a dovere il suo lavoro, esaudendo anche il più puntiglioso dei capricci. Tuttavia, David Lee Roth ha spiegato che quella storiaccia era solo un modo per prendere in giro i promoter e che alla band in realtà non interessava delle merendine confezionate.

RIDER vAN hALEN
Rider Van Halen

Questa bufala, però, ha fatto la storia della musica ed ha aperto la via a rider sempre più bizzarri. Ed è così che le pop star hanno continuato e continueranno a rimpolpare le leggende con le loro strane richieste.


NOTA TECNICA #7

Il RIDER TECNICO è la raccolta di tutte le richieste tecniche e accessorie che il Promoter dell’evento deve sapere riguardo all’Artista. Sono parte vincolante del contratto. Un Rider Tecnico si compone di uno stage plan (disegno del palco con la sistemazione e posizionamento della strumentazione), di una channel list (lista degli ingressi nel mixer che serviranno per l’esibizione), delle richieste rispetto all’impianto audio, la disposizione e la tipologia di luci, quali strumenti porterà l’artista e quali vorranno trovare sul posto, il mezzo di trasporto utilizzato per arrivare, il numero di camerini richiesti e tante altre informazioni importanti.

Include infatti una parte legata all’accoglienza, ovvero al catering richiesto al momento dell’arrivo dell’Artista e tutto quello che vorrà avere all’interno del camerino dal pomeriggio (dalle bevande agli asciugamani). Sarà poi specificato il numero di persone a cena e la rooming list (ospiti a dormire e suddivisione nelle camere).

Si trova, inoltre, un riepilogo generale riguardante gli orari di load in, soundcheck ed esibizione, la disponibilità di un camerino isolato, la presenza di addetti alla sicurezza, la disponibilità di facchini (stagehands) per lo scarico e il carico della strumentazione, runner e driver, la presenza di un’area allestita per merchandising, ecc.

SEGUIMI ANCHE SULLA PAGINA INSTAGRAM E FACEBOOK @UNAVITAINTOUR

ARTICOLO PRECEDENTE: Assalto a Luciano Spinelli: Piano di Sicurezza (1000 fan urlanti in Teatro)


[1] https://www.thomann.de/blog/it/le-10-richieste-piu-assurde-delle-popstar-per-il-backstage/

[2] https://www.rollingstone.it/musica/news-musica/le-richieste-piu-allucinanti-fatte-dagli-artisti-in-tour/384689/#mnsn

[3] https://www.vice.com/it/article/rznqpw/le-richieste-piu-matte-dei-musicisti

[4] https://www.grazia.it/stile-di-vita/gossip/richieste-piu-strane-cantanti-star-concerti-capricci

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non puoi copiare questo contenuto